Purtroppo alcuni fumatori hanno lamentato di recente la presenza di muffa in alcune buste di Mac Baren Amphora Virginia.

Vorrei precisare che si tratta proprio di muffa, il che, pur essendo spiacevole, testimonia la naturalità del prodotto e non la presenza di strani additivi come qualcuno ha scritto impropriamente. Questo fenomeno dipende da umiditá in eccesso in laboratorio, in fase di confezionamento.
Ho contattato l’azienda distributrice per l’Italia, cioè ITA Agency, che così mi ha risposto:

“Si, possiamo dire che il problema è dovuto ad una quantità eccessiva di umidità presente in laboratorio quando il prodotto è stato confezionato. Nel rispetto dei clienti Mac Baren abbiamo immediatamente allertato i depositi di Logista, il prodotto è stato bloccato e avviato alla procedura di distruzione. Il consumatore che eventualmente ha in mano una confezione avariata (secondo specifici lotti di produzione in cui si è riscontrato il problema) è chiaramente invitato a renderlo al tabaccaio dove l’ha acquistato.”

Aggiungo che entro qualche settimana l’Amphora Virginia ritornerà in distribuzione in Italia senza problemi.

Consiglio personale: se avete a casa il tabacco in questione e ha qualche traccia di muffa bianca, basta rimuoverla e farlo asciugare un po’ all’aria, per poi fumarlo senza problemi.

Sono il fondatore di GustoTabacco: il primo Blog italiano sul lento fumo ed il buon vivere. Scrivo tutte le recensioni del blog e ne supervisiono tutti i contenuti.

  • Cesare

    Grazie per l’informazione, Daniele.

  • Alessandro Stizzet

    non è stato molto semplice farselo restituire 2 buste e 2 muffe alla fine ci sono riuscito. E’ vero che basta farlo asciugare anche se l’odore rimane persistente, Le buste buone non mi hanno entusiasmato anche se forse per essere onesto ho avuto qualche preconcetto dovuto alle buste muffite. Lo riproverò tra qualche tempo