Vitola: robusto
Lunghezza: 127 mm
Cepo: 21
Diametro: Ø 20,6 mm
Paese di produzione: Nicaragua
Wrapper/Capa/Fascia: Ecuador Habano Maduro
Binder/Capote/Sottofascia: Nicaragua
Filler/Tripa/Ripieno: Nicaragua
Forza: media
Durata della fumata: 1h 30’
Confezionamento: box da 25 sigari
Prezzo attuale: box € 222,50 / singolo sigaro € 8,90

Prefazione del distributore

Questa linea fu la prima che Pepìn Garcia realizzò appena lasciò Cuba, seguendo l’idea di Pete Johnson per un blend innovativo. Per il nome si pensò alla passione che Pete nutre per i Tatuaggi, che in spagnolo si chiamano, appunto, Tatuaje.
Tutte le linee di Tatuaje sono prodotte presso la fabbrica El Rey de los Habanos in Miami, Florida, per il mercato USA, e presso la My Father Cigar in Estelì, Nicaragua, per il mercato Europeo.
I sigari Tatuaje, disponibili in Italia nelle linee: “Cabinet” e “H VI”, vengono realizzati utilizzando solo tabacco nicaraguense.

Recensione

Il sigaro si presenta con una fascia di tonalità maduro e setosa tra le dita.
Al tatto ha un ripieno consistente e omogeneo.
A crudo ha piacevoli profumi vegetali, di noce e cacao.
Acceso, il sigaro ha un ingresso dolciastro, non eccessivamente sapido nei primi puff.
I primi minuti della fumata non sono particolarmente ricchi di aromi, risultano molto miti e delicati.
A circa metà della combustione del sigaro, si ha una evoluzione che ricorda molto le note riconosciute a crudo, si fa apprezzare un bouquet con sensazioni di legno resinoso, cacao e frutta secca con guscio. Questi non sono particolarmente marcati, ma sicuramente piacevoli al palato.
La fumata continua costante fino alla fine, senza sviluppi di rilievo e con un piccolo cenno di amaro negli ultimi minuti.
Alla fine rimane della cenere grigio chiara e friabile.

In conclusione

Come sigaro è perfetto nella costruzione e nella fumata.
A me non ha entusiasmato come caratteristiche aromatiche.
Potrebbe essere perfetto per i neofiti che cercano manufatti di facile consumo, un po’ meno indicato per chi ha già esigenze più ricercate.

A crudo: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Costruzione, Tiraggio e Combustione: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Equilibrio gusto-olfattivo: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Complessità aromatica: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Qualità aromatica: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Forza: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Persistenza: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Rapporto qualità/prezzo: [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Fattore “Emozionale” * [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Giudizio finale:

* valore puramente soggettivo e personale

P.S.
Se l’articolo ti è piaciuto, fammelo sapere nei commenti o cliccando quei bei pulsantini social. Te ne sarei davvero grato.