Toscano-Collezione-2007-cover-3

Dal Toscano Collezione 2007: Toscano Originale

Oltre al Toscano Antica Riserva e al 1492 Anno Domini, la Toscano Collezione del 2007 conteneva anche una scatola di Toscano Originale, un prodotto che riscuoteva ampi consensi tra gli appassionati, forse in virtù del suo carattere elegante e sobrio.

Toscano Collezione 2007 Toscano Originale

Recensione

Rimosso il cellophane ingiallito, il sigaro si presenta avvolto dalla solita fascia scura di Kentucky nordamericano: al tatto, l’Originale è ben riempito, duro come un pezzo di legno, talvolta un poco bitorzoluto, e rilascia un inebriante, ma discreto, profumo di legno affumicato, con qualche cenno di speziatura.

All’accensione, il fumo è caratterizzato da un notevole equilibrio tra amaro e sapido, con una nota dolce in contrappunto, mentre l’acidità resta sullo sfondo, ad agevolare una corretta salivazione. L’ingresso è graduale, in crescendo: gli aromi di legni chiari e stagionati sono arricchiti da un velo di affumicatura, affatto invasiva, e si affiancano loro ben presto note di frutta secca a guscio, diremmo nocciola, e una punta di pepe bianco. Giunti alla pancia, avvertiamo in lontananza sentori di tostatura, erba secca, diremmo quasi officinale, ma anche di pellami chiari e radice di liquirizia. I sapori restano costanti e perfettamente equilibrati per l’intera fumata, mentre ci perdiamo nella ricchezza aromatica di un toscano austero, senz’altro eccellente. La forza, inizialmente media, si fa medio alta, soddisfacente, ma di certo non soverchiante, e la fumata si conclude con un ultimo guizzo speziato.

Per trarre qualche conclusione su questo Toscano Originale devo per forza passare alla prima persona, giacché, pur riconoscendone il valore, non l’ho mai amato. Spesso si abusa della locuzione de gustibus, ma in questo caso è senz’altro azzeccata. A prescindere dai miei gusti personali, però, si trattava senza dubbio di un toscano di gran livello, raffinatissimo, ricco e sfaccettato. Pur non essendo mai stato il mio preferito, dopo aver fumato questi esemplari, mi rendo conto di provarne nostalgia, visto che, da almeno due anni, il sigaro che ne porta il nome è irriconoscibile. Sic transit gloria mundi.

I fumatori che lo apprezzavano e l’hanno perduto possono provare a fumare il Mastro Tornabuoni Affinato: pur trattandosi di un toscano diverso, può senz’altro colmare quel vuoto, collocandosi nel medesimo segmento.