Contenuto dichiarato: Latakia, Orientali e Virginia
Tipo miscela: english mixture
Taglio: ribbon
Forza: media
Complessità aromatica: discreta
Tipo di fumata: rilassante
Confezione: latte da 50 gr.
Prezzo attuale: non in vendita in Italia / USA $13,00

Prefazione del produttore

WhiteKnight is our tribute to a famed blend, noted for its use of the exotic Oriental tobacco, Yenidje. Sweet bright Virginia, fragrant Orientals and a moderate amount of Cyprian Latakia combine to create a mixture that has a vibrant, almost effervescent flavor and an intoxicatingly incense-like aroma that you’ll absolutely love.

Recensione

Aperta la latta, la miscela è ben protetta da una pellicola di plastica trasparente.
I primi profumi che possiamo riconoscere sono simili a frutta secca, spezie e terra.
Al tatto non è eccessivamente umida, molto compatta e si carica facilmente nella pipa.
Dopo un paio di giorni dall’apertura, ho notato un miglioramente aromatico durante la fumata, meglio far prendere ossigeno alla miscela prima di fumarlo.
Acceso il Hearth & Home WhiteKnight ha un ingresso amarognolo con un retrogusto dolce, al palato non è invasivo e ha una forza nella media.
Il bouquet ha una buona complessità aromatica, possiamo apprezzare note di legno, resine, noce e pepe rosa.
La combustione è molto facile, dobbiamo stare attenti a non far surriscaldare troppo il fornello della pipa.

In conclusione

Il WhiteKnight Marquee Series è una miscela adatta a tutti, di facile fumata e non impegnativa.

Voto: 8

Bonus per il lettori di GustoTabacco

Come sai fumo molte miscele di tabacchi per pipa per le recensioni che stai leggendo. Naturalmente non finisco tutto il contenuto delle tin per ogni articolo pubblicato! Quando ho terminato una recensione, metto le confezione in sacchetti sottovuoto.
Per me è un ottimo metodo per mantenere a lungo i tabacchi.
Io ho un modello Laica che va molto bene.

Per la recensione che avete appena letto, ho fumato la miscela usando queste pipe: 
Dunhill billiard
Don Carlos Nettuno
Ceppo bent
Carlo Volpe rhodesian
Peterson panel

P.S.
Se l’articolo ti è piaciuto, fammelo sapere nei commenti o cliccando quei bei pulsantini social. Te ne sarei davvero grato.