C’erano una volta il Comune e il Forte.

Erano tabacchi prodotti dal Monopolio di Stato italiano e sono sempre stati piuttosto popolari. Oltre che al prezzo basso e alla versatilità (potevano essere fumati tanto in pipa quanto in cartina), dovevano il loro successo all’essere, in un certo senso, rappresentanti del gusto italiano, per quanto modesti. Dopo alcuni avvicendamenti e diversi cambiamenti, sono finiti nel portfolio di MST nel 2012. Inizialmente, il cambiamento si tradusse in un nuovo packaging, ma ben presto i blend di questi due trinciati storici cambiarono: dapprima in bene, poi in male. Già, perché se all’inizio della “nuova gestione” erano diventati più rotondi e, per certi versi, persino più raffinati, nel giro di un paio d’anni o anche meno la qualità è scesa. Intorno al 2014 sono diventati entrambi quasi infumabili: la robusta compostezza del Comune era diventata un ricordo, così come la verace assertività del Forte. Entrambi erano stati snaturati e, lungi dal continuare a rappresentare un certo italico gusto contadino, divennero piuttosto ulteriore simbolo di decadenza.
Il sottoscritto, che li amava, smise di fumarli e, come me, molti altri, rivolgendosi ai trinciati d’oltralpe o altrove.
Un paio di anni fa, ha fatto la sua comparsa il Le Baron della Grand River, un tabacco da marciapiede onesto e, per molti aspetti, assimilabile a questi per filosofia. Tuttavia, di recente anche quest’ultimo è sparito dalla circolazione.

Le premesse di una storia triste ci sono tutte, visto e considerato che, fino a non molto tempo fa la situazione era questa.

Di recente, tuttavia, qualcosa è cambiato. Ebbene, tutti sappiamo che la Direttiva Europea 2014/40/UE ha imposto alcuni cambiamenti di packaging e anche che di solito questo non implica un cambiamento dei contenuti di buste e latte…

E invece stavolta è diverso!

Ci siamo ritrovati tra le mani una busta di Comune e una busta di Forte ed è impossibile non notare il cambiamento: entrambi hanno un aspetto e un odore a crudo diverso e, alla prova del fuoco, possiamo tranquillamente dire che c’è stato un netto miglioramento. Certi aromi cartonati e innaturali sono scomparsi, lasciando campo libero a gusti semplici, ma autentici e dignitosi. MST, interpellata da un utente del forum La Compagnia del Tabacco, ha dichiarato le composizioni dei due trinciati:

Forte: Miscela di tabacco Kentucky italiano dal carattere pieno e robusto.
Il blend è costituito in prevalenza da tabacco Kentucky Italiano Toscano di prima qualità, proveniente dalla parte alta della pianta e per questo maggiormente ricco di oli, resine e gomme che gli conferiscono, oltre ad un carattere pieno, robusto e saziante, una notevole complessità aromatica.
La forza del Kentucky è poi equilibrata con l’impiego di tabacchi Italiani curati ad aria di seme Havanna e coltivati in Campania (Dark Air Cured) che apportano una nota tostata al blend.

Comune: Miscela di tabacco Virginia e Kentucky dal carattere pieno e deciso.
Il blend è costituito in prevalenza da tabacco Kentucky Italiano Toscano che conferisce al prodotto un carattere sobrio ed una forza media.

Ignoriamo quale fosse la composizione dei blend precedenti, ma è impossibile non accorgersi della differenza rispetto a quelli odierni, che sono decisamente migliori, al netto di alcune esagerazioni tipiche delle comunicazioni aziendali. Nondimeno, suggeriamo a tutti quei fumatori che, come noi, rimpiangono certe fumate veraci di fare una prova: non resteranno delusi.
Una buona notizia per gli amanti dei cosiddetti tabacchi naturali.

Foto di Francesco Rezzadore

Maurizio Capuano

Il tabacco in quasi tutte le sue forme mi accompagna sin da ragazzino: fumatore per vizio e per passione, coltivo una grande passione per la scrittura, la musica colta e la letteratura, ma anche per la birra, i whisky, i bourbon e le grandi mangiate.

  • Roberto Barisone

    Bene….aspetterò qualche tempo che le scorte finiscano e andrò in cerca del Comune. P.S.: il Le Baron io lo trovo ancora abbastanza facilmente, ma devo cominciare a preoccuparmi ??

    • l4z4rus

      Se ti piace il Le Baron fanne scorta se lo trovi… Non è più importato e sono rimanenze…

  • Toscano

    Ho acquistato la confezione di forte con la dizione “Blend con foglie apicale di tabacco Kentucky” nel mese di luglio durante il mio soggiorno montano in Valle d’Aosta avendo appunto notato tale specifica che nel packaging precedente non compariva. Probabilmente le “apicali di tabacco Kentucky” ci saranno anche…………..il problema è capire quante in realt° ma soprattutto cos’altro vi hanno aggiunto. Personalmente posso dire di aver trascorso un mezzo pomeriggio ripulendo il trinciato da rami, venature, recon abilmente mascherato e tutto quant’altro possa produrre volume ma non certo qualità della fumata. Anche ripulito il forte si è rivelato un trinciato privo di qualità aromatiche di rilievo che genera una fumata priva di corpo che sul lungo termine diventa pesante e fastidiosa.

    • l4z4rus

      Prima era peggio…. Non è che sia chissà cosa ora, ma almeno è fumabile…