ambasciator-italico-superiore-riserva-2017

Ambasciator Italico Superiore Riserva Premium 2017

Lunghezza: 170 mm
Forma: bitroncoconica
Fascia: Kentucky del Tennessee
Ripieno: Kentucky Tennessee, Toscana e Benevento
Affinamento: 12 mesi + 3 mesi in botti di barrique
Durata della fumata: 1h 30’
Confezione: box da 10 sigari
Prezzo attuale: € 35,00

ambasciator_italico_superiore_riserva_premium_sigaro

Prefazione culinaria…

Quando mi è possibile, oltre a dedicare a ogni sigaro il giusto tempo e la necessaria attenzione, mi piace curarmi anche della cornice della fumata per godermela al meglio. Ho testato, come al solito, diversi esemplari di questo Italico e vorrei condividere con voi un’esperienza in particolare. Qualche giorno fa ero a pranzo da solo e ho deciso di prepararmi un bel piatto di pasta con salsiccia rigorosamente marchigiana, un’insalatina per sgrassare e un bel caffè corretto al Varnelli per chiudere in bellezza prima di godermi una bella fumata.

Come ho preparato la pasta?

Un po’ di soffritto con cipolla, carota, sedano, mezza salsiccia spezzettata (l’altra metà è stata spalmata a crudo su una fetta di pane come aperitivo) e un piccolo peperoncino: per insaporire un po’, ho versato nella padella mezzo bicchiere di vino bianco. Scolata la pasta, l’ho fatta successivamente saltare in padella con un filo d’olio a crudo e una spolverata di pane grattugiato.
Il risultato mi è piaciuto molto. Ho spazzolato tutto… Dopo il caffè, mi sono acceso il mio buon Ambasciator Italico Superiore Riserva Premium 2017.

pasta salsiccia sigaro Ambasciator Italico Superiore Riserva Premium 2017

Recensione

La confezione è molto bella: all’interno del pacchetto color blu troviamo un box cartonato marrone con inserti in legno che tengono ben ordinati i 10 sigari.

Il primo pensiero che mi viene in mente è che sarebbe un bellissimo regalo da fare a qualche mio amico fumatore.

E non mancherò di ricomprarlo in tabaccheria per fare qualche gradita sorpresa per questo Natale!

Già all’apertura si possono riconoscere quei sentori tipici delle botti di barrique, le stesse che ho avuto la fortuna di vedere proprio dentro la manifattura del Moderno Opificio qualche mese fa!

Tolto il primo esemplare dal cellophane, il sigaro emana un buon profumo di concia e terra, seguiti da sentori delicati di note alcoliche date sicuramente dall’affinamento in botte.

Acceso, il sigaro è amaro, ma non aggressivo al palato. Ha una buona sapidità fin dai primi puff e con una paletta aromatica ricca e molto equilibrata.

Le note aromatiche sono ben distinte: si alternano cacao, caffè, liquirizia, noce e un sentore che la mia memoria olfattiva associa alla genziana!

La carica nicotinica non è eccessiva, ma comunque presente e da non sottovalutare. Ecco perché ho preferito mangiare bene e saporito prima di fumare…

La combustione procede in maniera molto regolare, in tutti e quattro gli esemplari provati (gli altri me li tengo per il post-cena della vigilia di Natale).

La fumata è molto gradevole, equilibrata e soddisfacente.

In conclusione

Come lo scorso anno, il MOSI ha proposto agli affezionati di sigari Kentucky un ottimo prodotto.
Considerando il rapporto qualità/prezzo è un prodotto da acquistare ad occhi chiusi.
Chi mi conosce sa che sono un affezionato di questi sigari e li consiglio spesso per smettere con i sigari di MST.

Bonus per il lettori di GustoTabacco

Dopo aver mangiato e fumato come se non ci fosse un domani… ho bisogno di un digestivo!
Ogni regione d’Italia ha i suoi ottimi prodotti locali, qui nelle Marche abbiamo il nostro ottimo Amaro Varnelli.
E tu cosa bevi come digestivo?

A crudo:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Costruzione, Tiraggio e Combustione:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Equilibrio e gusto olfattivo:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Complessità aromatica:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Qualità aromatica:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Forza:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Persistenza:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Rapporto qualità/prezzo:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Fattore emozionale*:  [filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original][filefield-onlyname-original]
Giudizio finale:  

Ambasciator Italico Superiore Riserva Premium 2017

* valore puramente soggettivo e personale

P.S.
Se l’articolo ti è piaciuto, fammelo sapere nei commenti o cliccando quei bei pulsantini social. Te ne sarei davvero grato 😀