G.L.-Pease-JackKnife-Plug-cover

G.L. Pease New World Collection JackKnife Plug

Contenuto dichiarato: Kentucky e Virginia
Tipo miscela: Virginia/Kentucky
Taglio: plug
Forza: alta
Complessità aromatica: media
Tipo di fumata: impegnativa
Confezione: latte da 50 gr.
Prezzo attuale: Italia € 35,00 / USA $11.90

G.L. Pease JackKnife Plug tin

Prefazione del produttore

JackKnife Plug – dark-fired Kentucky leaf and ripe red Virginia tobaccos, with their deep, earthy flavors, are layered on a central core of golden flue-cured for a hint of bright sweetness, then pressed and matured in cakes, and finally cut into 2oz blocks. Slice it thick and rub it out for a ribbon cut, thin for a shag, or chop it into cubes. The choice is yours.

Note: il JackKnife è stato introdotto nel mercato nel 2011 ed è il primo blend della serie “New Wolrd Series”.

Recensione

Il G.L. Pease JackKnife è la tipica miscela per chi ha voglia di giocare con un plug e con un buon coltello…
Ci vuole del tempo per la preparazione perché è praticamente impossibile da fumare così come viene confezionato. Mi sono divertito con il mio buon Opinel a tagliuzzare il panetto di tabacco e preparare qualche grammo da caricare nella pipa. Il taglio è stato un po’ ostico, ma alla fine ho vinto io.

Aperta la tin, profumi diretti di cacao e note alcoliche si liberano nell’aria.

Dopo una lunga preparazione obbligatoria, all’accensione il plug ha un ingresso di gusto amaro, leggermente acidulo e con una sensazione di piccantezza.

Il suo ingresso è prepotente al palato, gratta un po’ in gola e i primi puff non sono facili, la combustione non è ottimale. Proprio per questo bisogna dedicare il tempo necessario alla preparazione prima della carica.

Una volta avviata bene la fumata, la paletta aromatica è complessa, il Kentucky è presente in maniera incisiva con sensazioni tipiche della sua varietà, come legno e cuoio.

Il Virginia è quasi soverchiato dal primo tabacco soprattutto nella prima metà di fumata. Quando il fornello comincia ad alleggerirsi, un po’ di dolcezza si sviluppa, ma senza mai cambiare la natura di questo plug: complesso, impegnativo e mai da sottovalutare dato l’impatto nicotinico.

In conclusione

Dopo varie fumate, sono giunto alla conclusione che il modo migliore per apprezzare il G.L. Pease JackKnife Plug è quella di non mettere troppo tabacco nella pipa. Meglio avere una fumata poco carica, non eccessivamente compatta.
Non è sicuramente per neofiti! Ci vuole esperienza per apprezzare un prodotto come questo.

Voto: 8

Bonus per il lettori di GustoTabacco

Senza dubbio ci vuole un buon whisky per accompagnare questa fumata!

G.L. Pease JackKnife Plug blend

Per la recensione che avete appena letto, ho fumato la miscela usando queste pipe:
Ser Jacopo bent
Pipa billiard di mia produzione
Castello apple
Al Pascià Curvy
Volpe rhodesian

P.S.
Se l’articolo ti è piaciuto, fammelo sapere nei commenti o cliccando quei bei pulsantini social. Te ne sarei davvero grato 😉