Mastro Tornabuoni Long

Mastro Tornabuoni Long

Circa un anno fa i Mastro Tornabuoni Scorciati hanno cominciato a fare capolino sugli scaffali delle tabaccherie italiane piú fornite. Quei primi sigari erano tutto fuorché perfetti, ma lasciavamo presagire che si sarebbero raggiunti livelli ben piú alti. Qualche mese dopo é arrivato il primo lotto di Mastro Tornabuoni Long e l’impressione é stata la medesima: erano buoni sigari, ma si intuiva che c’era un grande potenziale inespresso, anche perché diversi esemplari erano funestati da problematiche costruttive che ne inficiavano la fumabilitá. Poi é arrivato il secondo lotto, migliore, e, di recente, il terzo: ecco che, finalmente, i Mastro Tornabuoni hanno raggiunto la maturitá e la nostra attesa é stata ripagata.

Lunghezza: 150 mm
Fascia: Kentucky della Valtiberina
Ripieno: Kentucky della Valtiberina – long filler
Manifattura di produzione: Compagnia Toscana Sigari srl – Sansepolcro (AR)
Tipo di lavorazione: interamente fatto a mano
Presentazione al pubblico: 2016
Fascetta: giallo e bordò con scritta “Mastro Tornabuoni”
Stagionatura: lenta
Durata della fumata: 1h / 1h 20′
Confezione: scatola di cartone da 2 sigari
Prezzo attuale: € 6,40

Mastro Tornabuoni Long

Recensione

I sigari si presentano ora ben costruiti, con la fascia ben tesa e di un bel marrone scuro, decisamente invitante. A crudo, i profumi sono altrettanto attraenti: predomina l’affumicato, cui fa da contraltare un sentore legnoso, raffinato, ma assertivo.
É buona norma lasciar acclimatare i sigari per qualche giorno prima di fumarli: consigliamo di conservarli al riparo dalla luce, in ambiente protetto, ma non troppo umido (indicativamente, 55% di UR).
A crudo il tiraggio appare finalmente corretto: sará buona norma testarlo da ambo le estremitá, per individuare il miglior verso di accensione.
Alla prova del fuoco, il gusto é piacevolmente amaro, con un impatto importante, quasi eccessivo, ma che rientra immediatamente nei ranghi. Ci stupisce un retrogusto sottilmente dolce, che rimarrá ben presente, cui fa da contraltare una nota acida, mai sopra le righe, che agevola la salivazione, permettendo al bouquet aromatico di aprirsi gradualmente.
Dal punto di vista aromatico, protagonista é l’affumicato, complicato da sentori che rimandano alla terra bagnata, quasi torbati, arricchiti a loro volta da note di legno antico, a tratti marcescente, e di pellame pesantemente conciato.
Gli aromi rimangono gli stessi nell’arco dell’intera fumata, ma la loro evoluzione é soprendente: la costruzione long filler ora trova la propria ragion d’essere. Un sentore di cacao amarissimo, in accostamento al retrogusto dolce di cui si é detto, funge da nota pedale di un’aromaticitá oscura, assolutamente peculiare, mentre, occasionalmente, fanno capolino note di pepe nero. In altre parole, il bouquet é graniticamente connotato da toni cupi, raffinati ma assertivi, che si avvicendano e si sovrappongono in modo mai banale o stucchevole, in continuo divenire.
L’apporto nicotinico é importante, al limite del soverchiante, ma non fine a se stesso giacché funge da guida per il fumatore avvertito: se non definissimo meditativo il Mastro Tornabuoni, questo aggettivo sarebbe privo di significato.
Per tutta la fumata, il tiraggio si mantiene perfetto; la combustione é corretta, ma lenta a causa dello spessore del tessuto fogliare e della costruzione long filler. Non occorre, tuttavia, prestarvi particolare attenzione.

In conclusione

Il Mastro Tornabuoni Long é finalmente se stesso: un sigaro complesso, a tratti indecifrabile e di certo non destinato a tutti, ma consigliatissimo ai veri amanti del tabacco, a coloro che, in questi tempi frenetici, si ritagliano ancora un paio d’ore da dedicare a una fumata autentica, originaria e senza compromessi.

Bonus per i migliori lettori! Cosa ho ascoltato e letto durante questa settimana…

Ogni sigaro per me è un’esperienza diversa da trascorrere con della buona musica e un buon libro.
Ascolta l’album degli Nosound Afterthoughts .
Io sono un gran lettori di libri di fantascienza, questo per me è un classico intramontabile! Io, Robot di I.Asimov

Mastro Tornabuoni Long

Maurizio Capuano

Il tabacco in quasi tutte le sue forme mi accompagna sin da ragazzino: fumatore per vizio e per passione, coltivo una grande passione per la scrittura, la musica colta e la letteratura, ma anche per la birra, i whisky, i bourbon e le grandi mangiate.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"