Tornabuoni Stortignaccolo Aureo

Forma: aureo
Lunghezza: 130 mm
Fascia: Kentucky della Valtiberina
Ripieno: Kentucky valtiberino e beneventano
Costruzione: short filler, con l’ausilio di macchinari storici
Stagionatura: 6 mesi
Forza: media
Confezione: pacchetto da 4 sigari
Prezzo attuale: € 7,50

tornabuoni aureo sigaro

Introduzione

Presentato dalla Compagnia Toscana Sigari in occasione dell’evento Foglie d’Autunno – KentuckyAmo a Sansepolcro, lo Stortignaccolo Aureo è un toscano fatto a macchina con ripieno in battuto che nasce con una forma inedita. Non si tratta infatti di un semplice taglio aureo dello Stortignaccolo (che misurerebbe circa 10 cm), ma di un formato nuovo (circa 13 cm) progettato per esaltare un blend di Kentucky della Valtiberina e del Beneventano appositamente rivisitato.
Lo Stortignaccolo Aureo è venduto in pacchetti da quattro sigari al prezzo di 7,50€.

Recensione

Una volta estratto dalla confezione, l’Aureo si presenta di aspetto rustico e invitante, con una fascia color tonaca di frate e riempimento adeguato: a un occhio attento non sfuggirà che il piede risulta più largo della testa, ma ovviamente questo non implica che il sigaro abbia un verso di fumata in senso caraibico.

Al naso, sempre a crudo, avvertiamo sentori legnosi e di affumicatura, con una punta speziata.

All’accensione, l’ingresso è amaricante e sapido, con una gradevole componente agrodolce. In bocca il fumo risulta molto rotondo e di buon corpo già alle prime boccate: i quattro sapori primari sono ottimamente bilanciati e la configurazione palatale è quella tipica dei toscani tradizionali.

Quanto al versante aromatico, in apertura avvertiamo sentori di legno secco, a tratti verde, ma non propriamente erbacei: su questa base, tutto sommato di tonalità chiara, si innestano note di pellame, cuoio, intriganti sentori speziati, in particolare pepe bianco, e punte di liquirizia in radice.
Nel prosieguo compaiono anche note di frutta secca e un che di resinoso.

Il corpo è mediopieno, mentre l’intensità è squisitamente media.

Per essere un toscano con ripieno in battuto, l’Aureo ha un’interessante progressione, persino un blando avvicendamento di aromi, e si discosta dallo Stortignaccolo più di quanto ci aspettassimo. La componente valtiberina, infatti, sembra prevalere su quella beneventana, che svolge comunque egregiamente il suo compito, e la fumata si conclude lasciandoci piacevolmente stupiti e appagati.

In conclusione

Questo Stortignaccolo Aureo si rivela un eccellente tuttogiorno non solo per le sue caratteristiche organolettiche, ma anche grazie alla dinamica ineccepibile: combustione e il tiraggio sono sempre regolari, senza sbavature né incertezze. Il nuovo formato si rivela adeguato al blend rimodulato e garantisce una fumata di media durata, perfetta per la pausa pranzo o per accompagnare un aperitivo.