[filefield-onlyname-original]

Chi è l’esperto di tabacco?
Chi è l’esperto di pipa?
Chi è l’esperto di sigari?
Chi è e come si diventa esperto?

Scrivo questo articolo perché poco tempo fa un mio amico, fumatore occasionale, mi ha definito “esperto” del tabacco di fronte ad altri nostri amici.
Io l’ho subito corretto perché non mi sento affatto un esperto!
Appassionato sì, ma esperto no.
I veri esperti (persone di grandissima cultura) in questo settore si possono contare sulle dita di una mano, almeno qui in Italia.

Quando tra fumatori ci confrontiamo sui vari argomenti si affrontano varie tematiche e spesso citiamo anche informazioni che ci vengono da altri appassionati o amici, e qualcuno si riferisce a questi Mister X definendoli veri esperti… ma siamo sicuri che siano dei veri esperti?!
Ma quando e come ci si trasforma da neofita a buon conoscitore ed infine a vero esperto?

Veniamo alla definizione della parola esperto.

Dai vari vocabolari consultati l’esperto è “colui che conosce bene un determinato argomento di studio o di lavoro“.
Come definizione dice tutto e niente perché se stiamo alla semplice “buona conoscenza” di una materia allora siamo tutti esperti dopo aver letto qualche libro.
Cosa manca allora?

Pratica e lavoro!

Un vero esperto è colui che, oltre a conoscere un argomento specifico, ne vive anche la pratica e il lavoro. Così si distingue l’esperto dal “consulente”.

Sbaglio?

Dai, facciamo un esempio pratico: secondo voi è più esperta una persona che lavora in una piantagione di tabacco e lavora i sigari o chi fa solo il commerciale per un’azienda specifica in un solo settore in un mercato molto più vasto di quello che vende?
E’ un vero esperto chi ha una gran collezione di pipe e conosce tutte le marche, shape e materiali vari o è un vero esperto chi la mattina si sveglia e va a lavorare in una bottega artigianale per costruire le pipe?
Nessuno di questi esempi perché manca ulteriormente la risposta da parte del mercato. L’esperto, oltre a lavorare effettivamente “sul pezzo”, devo poi avere il riscontro da parte del mercato che lo riconosce come valido per i suoi beni e servizi.

Ecco cosa è necessario per diventare esperti:

  1. studiare le informazioni essenziali e basilari che si possono ottenere leggendo e confrontandosi con altri dello stesso settore. E qui possiamo farlo bene o male tutti.
  2. entrare nel mondo del lavoro. Magari non tutti possono farlo, ma almeno abbiamo le occasioni per incontrare chi ci vive in questo mondo
  3. avere una riconoscenza tangibile dal mercato. Se produci un buon prodotto/servizio devi essere accettato dal mercato, altrimenti rimani un buon conoscitore, ma un pessimo lavoratore.
  4. avere curiosità illimitata, un po’ di sana modestia e umiltà e non accettare solo per buono le proprie attuali conoscenze. Il mondo cambia velocemente, non possiamo fermarci a quattro convinzioni di oggi perché domani tutto potrebbe cambiare!
  5. avere rispetto per le differenze di vedute di altri che hanno fatto percorsi professionali diverse dalle nostre.

E tu Daniele, come ti posizioni?

Aò, te l’avevo già scritto ad inizio articolo… non sono un esperto, sicuramente conoscitore e appassionato, ma per diventarlo dovrei personalmente fare ancora questi passi:

  • visitare il più possibile diversi campi di tabacco;
  • conoscere chi lavora quelle terre e chiedere a loro informazioni su come affrontano il settore per carpire segreti e quant altro;
  • viaggiare molto di più, raggiungere tutte le zone caraibiche importanti per il sigaro come Cuba, Nicaragua e Rep.Dominicana;
  • informarmi su dove e come lavorano le miscele di tabacco per pipa;
  • studiare un po’ di agronomia e chimica del terreno… non fa mai male.
    In questo mi è stato molto utile il libro di Giuseppe D’AmoreOltre il fumo”;
  • costruire pipe… no, non serve. Questo almeno già lo faccio con buoni risultati per me stesso!

E allora perchè non diventi un esperto Daniele, che ti manca per farlo?
Determinazione e soldi!

Non ho la forza e il tempo per fare tutto questo, ma non mi dispero perché mi va bene così adesso. Se dovessi vincere al superenalotto qualche lira la spenderei sicuramente per accrescere le mie competenze.


Perchè ci dici come diventare esperti quando tu non lo sei?

eh eh eh!!! Non sarò un esperto in tutto il settore del tabacco, o dei sigari, o della pipa, ma ti assicuro che in un altro ambiente sono un esperto, eccome!
Nel mondo della musica, chi mi conosce bene sa qual è il mio curriculum!
Senza entrare nel dettaglio della mia formazione ed esperienza lavorativa so che tipo di impegno ci vuole per eccellere. Qualsiasi sia il settore di interesse i passi, gli impegni e gli sforzi sono sempre gli stessi.

Daniele, mi dici qualche nome di veri esperti? 

Uno dei massimi esperti del settore del commercio, che sa come si muovono i consumi, le mode e i bisogni dei vari fumatori è senza dubbio Mario Lubinski. Lo conosco personalmente e sa vita, morte e miracoli di come si è evoluto il mercato in Italia nelle ultime 3 generazioni.

Claudio Sgroi, nato come appassionato, ha abbandonato un lavoro sicuro per entrare in Davidoff, ha fatto carriera e…  per diventare un vero esperto ha lasciato nuovamente tutto per andare in Nicaragua a fare sigari! Andate a leggere l’intervista che mi ha rilasciato poco tempo fa.

Luigi Ferri, scrive come me (io su un blog, lui libri), ma a differenza mia lui ha viaggiato tanto, conosciuto vari personaggi e ha studiato tutto il conoscibile umano traendo nuove informazioni utili a tutti. Il suo ultimo libro ne è una prova inconfutabile, “Storia del sigaro: mitologia, tradizione e cultura” ed. Odoya.

Questi sono i primi tre che mi sono venuti in mente, ci sono altre persone che ritengo esperti o ottimi conoscitori, ma non faccio altri nomi perché tutto quello che dirò verrà usato contro di me!

Questo articolo non si dovrebbe fermare qui… la parola “esperto” è un po’ come la parola “qualità” e non è misurabile in assoluto, ma sicuramente chiunque di noi può migliorare sia in conoscenze che in qualità in tutto nella vita.
L’importante è non accontentarsi mai e andare avanti, sempre!

daniele e il M° Riccardo Muti
io e il M°Riccardo Muti dopo il concerto a Santiago De Compostela
N.B.
State attenti ai “bravi oratori“. Ci sono in giro alcuni Mister X che, per il semplice fatto di avere una comunicazione efficace, sembrano esperti… possono essere pericolosi perchè vi convincono su argomentazioni di cui hanno solo scopi personali.
E cosa ancora più grave, creano inimicizie e rotture solo per il fatto di pretendere la propria ragione sugli altri!
Ricordatevi: cosa ci vuole per diventare esperti?

Avatar

Sono il fondatore di GustoTabacco: il primo Blog italiano sul lento fumo ed il buon vivere. Scrivo tutte le recensioni del blog e ne supervisiono tutti i contenuti.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"