Contenuto dichiarato: Black Cavendish, Burley, Virginia
Tipo miscela: aromatizzata
Aroma: cioccolata, nocciola, rum
Taglio: ribbon
Forza: media
Complessità aromatica: alta
Tipo di fumata: rilassante
Confezione: latte da 50 gr
Prezzo attuale: non disponibile in Italia / USA $10.56

Prefazione del produttore

“Holiday Spirit Pipe Tobacco 2017: This mild, smooth blend of Burley, Virginia and Cavendish tobaccos is flavored with dark rum, pecan, and cocoa.  It brings a warm glow to the coldest winter day.  The aroma of a favorite holiday confection wafts from the bowl bringing pipe smoking contentment.  Happy Holidays!”

Recensione

Aperta la tin di questa edizione natalizia del McClelland, forti profumi dolci di cioccolato e liquore si espandono nell’aria.
Il taglio ribbon è molto grosso e irregolare, al tatto è troppo umido, è consigliabile farlo asciugare un po’ prima di essere fumato nella migliore condizione.
Acceso ha un ingresso dolce e sapido, forse un po’ stucchevole, ma godibile per chi cerca miscele fortemente aromatizzate come questa.
Le essenze aggiunte sono ben distinguibili, il cioccolato è predominante, nocciola e rum fanno parte di questo ricco bouquet.
La forte aromatizzazione copre le caratteristiche dei singoli tabacchi scelti per il blend, soprattutto il Virginia sembra quasi assente.
Il Black Cavendish, trattamento del tabacco base per queste miscela, porta gli aromi al nostro palato in maniera elegante e completa.

In conclusione

Il McClelland Holiday Spirit è una miscela consigliata solo agli amanti dei “panettoni”. Ottima miscela aromatizzata, forse un po’ troppo per i miei gusti personali, ma complessivamente offre una fumata facile e appagante.

Voto: 8

Bonus per i lettori di GustoTabacco

Con una miscela dolce come questa, io mi farei una bella cioccolata calda!
Ho trovato questa simpatica tazza che è anche comoda per inzuppare i biscotti. Vi piace?

Per la recensione che avete appena letto, ho fumato la miscela usando queste pipe: 
Moretti canadese
Brebbia bent
Ser Jacopo rhodesian

P.S. 
Se l’articolo ti è piaciuto, fammelo sapere nei commenti o cliccando quei bei pulsantini social. Te ne sarei davvero grato.