isola romagna albano secco vino

Isola Romagna DOCG Albana Secco 2018

Cantina: Balìa di Zola.
Vitigno: 100% Albana.
Area di produzione: Modigliana, Emilia-Romagna.
Tecnica di Vinificazione: Il mosto d’uva viene posto a fermentazione in botti di acciaio inox ad una temperatura controllata di max 16 – 18°C. Al termine della fermentazione alcolica si procede con la tecnica del battonage (rimescolazione delle fecce) fino al mese di gennaio e a seguire avviene l’imbottigliamento.
Maturazione e Affinamento: affinamento di 3 mesi in bottiglia.
Temperatura di servizio: 10-12 °C
Titolo alcolometrico: 12,5% vol.

La cantina
La cantina Balìa di Zola si trova nel comune di Modigliana, nel cuore delle colline romagnole, nata nel 2003 dalla passione di Veruska e dalle competenze di suo marito Claudio nel campo della viticoltura e dell’enologia. L’obbiettivo dell’azienda, con i suoi sei ettari coltivati a vite, è quello di valorizzare il Sangiovese di Romagna. Balìa di Zola realizza tre etichette, due a base di Sangiovese, Balitore e Redinoce e una a base di Albana, Isola.

Il vino
Il vino Isola si presenta con una limpidezza cristallina che fa intuire la sua giovane età e la sua freschezza.
Il colore è un giallo paglierino con riflessi verdognoli.
Al naso è intenso, piuttosto complesso con un bouquet che richiama diverse varietà floreali tra cui biancospino, acacia e tiglio, arrotondate da note di frutta bianca. L’ingresso in bocca è piuttosto intenso, con una morbidezza percettibile, ma non invadente data dall’alcolicità, con una buona freschezza, sapidità e una media persistenza. Isola Romagna DOCG Albana secco è un vino equilibrato e coerente sia al naso che in bocca, sicuramente di pronta beva.

Abbinamenti gastronomici: Vino perfetto sia da solo come aperitivo, con antipasti leggeri e primi o secondi mediamente strutturati.

Sigari in abbinamento: Quai D’Orsay No.50, Nostrano del Brenta Il Doge, Tornabuoni Nazionale.

Conclusioni
Isola Romagna DOCG Albana Secco è un vino fresco, di media intensità aromatica e di pronta beva, ottimo per una bevuta non impegnativa e spensierata e facilmente abbinabile a cibi e sigari poco strutturati.

Mirko Pastorelli

Mirko Pastorelli è il primo Sommelier italiano e il secondo al mondo disabile in sedia a rotelle, vincitore del premio Donald and Karen Larocca all’evento Wine on Wheels a New York City nel 2019 “per il suo duro lavoro e la sua dedizione nel cambiare la percezione delle persone con disabilità in Italia”. Fa parte dell’associazione ASPI (Associazione della Sommellerie Professionale Italiana) presidiata da Giuseppe Vaccarini (Miglior Sommelier del mondo ASI 1978), suo maestro e mentore.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"